Razza, gender e potere: il gioco senza scrupoli delle banditesse



In un gioco di libere associazioni, «razza», «gender» e «potere politico» si sposano naturalmente con il nome Steve McQueen. Molto meno la parola, e la nozione di, thriller. Il regista inglese passa dall’arty dei suoi primi tre film (Hunger, Shame e 12 anni schiavo) al pulp artistico, con l’adattamento di una serie televisiva che lo aveva colpito negli anni ottanta, Widows, firmata da Lynda La Plante. Nel film omonimo, che dal Regno Unito si sposta nella Chicago contemporanea, lo affianca … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin