«Rafiki» uscirà in Kenya grazie al tribunale



Allo scorso Festival di Cannes, dove era nel Certain Regard, il film di Wanuri Kahiu era arrivato col divieto di uscire nel suo Paese, il Kenya, perché «legittimava l’omosessualità». Una colpa gravissima in uno degli stati africani in cui l’omosessualità è illegale, punita con la prigione se non la morte e la comunità Lgbtq è continuamente sotto attacco. Ma Rafiki, molto applaudito sulla Croisette, ha continuato ugualmente la sua strada. All’origine c’è il racconto della scrittrice ugandese Monica Arac de … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin