“Questo governo deve andare a casa e basta”


martina pd governo

Maurizio Martina ribadisce il sostegno del Partito Democratico al completamento della Tav e torna ad attaccare la maggioranza di governo. Il segretario dem è stato stamane in visita ai cantieri dell’alta velocità in Val di Susa e prima di andare via si è intrattenuto per qualche minuto con i giornalisti presenti. “Bloccare un’opera come Tav è una follia. Costa di più fermarla che completarla”, le parole di Martina riportante dall’Ansa. La situazione al momento sembra essersi impantanata con un’analisi dei costi-benefici commissionata dal ministero dei Trasporti che non ha convinto quasi nessuno.

Da una parte, dunque, c’è il Movimento 5 Stelle che è contrario all’opera e vorrebbe fermarla, dall’altra c’è la Lega che è favorevole ma non vuole arrivare ad uno scontro frontale con Luigi Di Maio. Senza usare mezzi termini, Martina chiede al governo di lasciare spazio ad altri: “Qui c’è un investimento strategico per il paese, per spostare dalla strada alla rotaia migliaia di carichi. Salvini non può più prendere in giro gli italiani: il suo governo dica sì o no. Altro che buttare la palla in corner con la scusa del referendum. Un governo che non riesce a decidere di proseguire l’opera – conclude il segretario del PD – deve andare a casa e basta”.

Carabetta (M5S): “Tav? Discuteremo e risolveremo”

Prova a gettare acqua sul fuoco il parlamentare Luca Carabetta (M5S). Ospite stamattina di Coffee Break, il parlamentare pentastellato ha ribadito che Lega e Movimento 5 Stelle siano due forze diverse, ma che discutendo possono trovare una sintesi su ogni argomento. Anche sulla Tav: “Ogni punto del contratto di governo viene discusso. Di spine ne abbiamo prese e tolte, anche su altri temi”, ha ribadito Carabetta.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin