Quei prodigi laici e religiosi dettati dalla meraviglia



Quando gli studenti stranieri si trovano di fronte con corpi mummificati, teste, dita, denti, sangue e oggetti appartenuti ai santi nelle chiese delle nostre città, molti inorridiscono – specialmente quelli che non hanno ricevuto un’educazione cattolica. Vedono con repulsione, anche se non priva di morbosa curiosità, l’idea di qualsiasi tipo di contatto con le reliquie e giudicano come barbarica superstizione l’idea di conservare e esporre tali reperti. Sembrano tirare un sospiro di sollievo quando pensano che, nella nostra epoca, questa … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin