Putin seriamente preoccupato, Kiev “sulle navi c’erano nostri 007”



Il presidente russo, Vladimir Putin, ha espresso “seria preoccupazione” alla cancelliera tedesca, Angela Merkel, per l’introduzione della legge marziale in Ucraina e la messa in allerta dell’esercito di Kiev, dopo il “pericoloso incidente” avvenuto domenica nella zona del mare di Azov, quando la Marina russa ha sequestrato tre navi di Kiev. Il portavoce del Cremlino ha avvertito che l’introduzione della legge marziale in diverse regioni dell’Ucraina può causare un’escalation di tensione, “in particolare nelle zone sud-orientali” del Paese a maggioranza russofona. Da parte sua l’Ucraina ha fatto sapere che a bordo delle tre navi sequestrate vi erano anche agenti del suo controspionaggio militare ucraino. Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha invitato a evitare “un’escalation militare”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin