Psicologia | Comprensione | Movimenti oculari


Possiamo comprendere se una persona ha davvero capito ciò che stiamo spiegando semplicemente guardandola negli occhi? La risposta arriva da un nuovo studio.

occhi

È possibile capire se una persona ha davvero compreso ciò che stiamo dicendo? A rispondere a questa domanda è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Vision, i cui autori hanno cercato di scoprire se sia possibile determinare ciò che le persone apprendono, e come imparano, analizzando solo i comportamenti anticipatori. I risultati dello studio suggeriscono che il comportamento anticipatorio in certi casi può fornire informazioni in merito all’apprendimento.

Questi risultati aprono le porte a sviluppi futuri per lo studio dell’apprendimento nelle persone che forniscono risposte non affidabili a stimoli esterni, come ad esempio i bambini o gli individui affetti da disturbi fisici o mentali, per i quali può essere più difficoltoso riuscire a valutare il grado di attenzione e comprensione.

Ma come è possibile scoprire se una persona sta imparando e assimilando delle informazioni utili? La risposta, secondo gli autori, è che potrebbe essere utile osservare i movimenti oculari preparatori e inconsci, poiché proprio questi offrono una finestra sul processo di apprendimento. Un movimento oculare molto piccolo (identificato mediante eye tracking) si è infatti rivelato estremamente informativo, poiché permette di dedurre che il cervello può prepararsi in anticipo, una volta appreso un dato. Ciò permette di isolare uno stato mentale che si registra prima che si manifestino le risposte ‘normali’ che vengono innescate da stimoli esterni (come ad esempio le risposte verbali).

L’interrelazione tra apprendimento e predizione è un argomento che suscita molto interesse trasversalmente, non solo nella comunità scientifica, e che tocca aree che possono essere molto vicine alla nostra vita quotidiana. Ad esempio, vengono già fatti grandi investimenti in settori come la pubblicità e l’intrattenimento online, che mirano a studiare i movimenti oculari delle persone e come questi possono prevedere i comportamenti e la memoria. Identificare una firma anticipatoria nei movimenti oculari può far avanzare anche quelle aree.

via | Eurekalert

Foto da Pixabay


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin