Prosa pittorica e morale di Daniello Bartoli



Ammonisce il Salmo xxxvi che quanti operano nel mondo per accrescere il proprio potere e utilizzano senza scrupolo ogni mezzo per primeggiare, «come fieno ben presto seccheranno, come tenera erbetta in breve appassiranno». Ogni potere mondano, quanto più si mostra e si innalza nello splendore solare del suo fastigio, tanto più è destinato a rivelarsi illusorio ed effimero. La ricorrente immagine del sole prescelto a simbolo della sovranità e del pieno, esteso ed assoluto potere nel mondo. Dalle parole del … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin