“Pronti a chiedere i danni ai burocrati europei che vogliono male all’Italia”


“Continuano a far salire lo spread”.

Matteo Salvini vuole i chiedere i danni all'Europa

Matteo Salvini ha individuato i colpevoli dell’innalzamento dello spread, che stamani aveva superato quota 300. Secondo il ministro dell’Interno è colpa di Juncker e degli altri burocrati europei che vogliono male all’Italia ed è pronto a chiedere i danni. Infatti sui suoi account social, nel primo pomeriggio di oggi, martedì 2 ottobre 2018, Salvini ha scritto:

“Le parole e le minacce di Juncker e di altri burocrati europei continuano a far salire lo spread, con l’obiettivo di attaccare il governo e l’economia italiane?

Siamo pronti a chiedere i danni a chi vuole il male dell’Italia”

Oggi, alle parole di ieri del Presidente della Commissione UE Jean-Claude Juncker (cui Salvini aveva già replicato), del Commissario per gli affari economici e monetari Pierre Moscovici e del vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, si sono aggiunte anche quelle di Hartwig Loger, ministro dell’economia austriaco e presidente di turno dell’Ecofin, che ha detto:

“Teniamo a mente che è il 15 ottobre la data in cui si può decidere in che direzione si può reagire alla manovra italiana. L’Eurogruppo è un Unione monetaria, siamo insieme in questa famiglia e dobbiamo risolvere insieme la situazione della stabilità”

le sue parole erano volte a invitare gli investitori ad aspettare almeno il 15 ottobre.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin