Prescrizione: M5s replica a Bongiorno, nessun passo indietro



Nessun passo indietro sullo stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio. L’emendamento M5s al ddl Anticorruzione non sarà ritirato. E’ questa la linea del Movimento 5 stelle, secondo quanto si apprende da fonti pentastellate qualificate, nonostante le parole contrarie pronunciate dalla ministra della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, che ha ammonito: “Bloccare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio significa mettere una bomba atomica nel processo pensale e io questa cosa non posso accettarla e non posso non segnalarla”.
   Per i 5 stelle, però, lo stop alla prescrizione dopo il primo grado è una battaglia storica portata avanti e rivendicata in tutti questi anni di impegno politico – prima come forza di opposizione in Parlamento e ora come governo – e per questo è considerato irrinunciabile.
   Tra l’altro, da ambienti 5 stelle viene ricordato che fu il vicepremier leghista, Matteo Salvini, a Viareggio lo scorso 17 agosto a dire a margine di un incontro con l’associazione ‘Mondo che vorrei’ che riunisce i famigliari delle vittime della strage di Viareggio: “A nome del governo e da cittadino italiano voglio lanciare un segnale: ‘Mai più stragi impunite’. Stiamo ancora scavando a Genova, dove qualcuno dovrà pagare per quei morti, feriti, sfollati, per quel disastro. Non voglio che vada a finire come a Viareggio che dopo nove anni rischiano di essere prescritti alcuni reati”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin