piogge in Sardegna, a Cagliari scuole e uffici chiusi


maltempo Sardegna scuole



Scuole e uffici pubblici chiusi, inclusi quelli della Regione e l’università, oggi a Cagliari per l’allerta maltempo di livello arancione diramata ieri dalla Protezione civile regionale a una settimana esatta dall’alluvione che ha flagellato il sud Sardegna. In tutti i Comuni della Città metropolitana di Cagliari i sindaci ieri sera hanno emanato ordinanze per chiudere le scuole fino alla mezzanotte di oggi, per precauzione.+

Sono riprese nelle campagne fra Muravera e Castiadas le ricerche del pastore scomparso una settimana fa durante l’alluvione, costata la vita a una donna di Assemini. 

Nella notte è piovuto in abbondanza nel Sud Sardegna, ma non si segnalano particolari criticità, tranne qualche allagamento fra Cagliari e Capoterra. È stato chiuso il sottopasso fra la strada statale 195 e la 554. Sono saltati numerosi appuntamenti previsti per oggi, incluso l’incontro fra le sindache in vista delle elezioni regionali, previsto stamane a Oristano: è stato rinviato al prossimo 30 ottobre.

La nuova perturbazione, con epicentro in Tunisia, da ieri ha interessato la parte meridionale e orientale della Sardegna. Ieri notte la Protezione civile regionale segnalava allagamenti sulla provinciale tra Castiadas e San Priamo (ma la strada è percorribile) e innalzamenti del livello idrometrico del Rio Tintillonis in agro di Pula. Chiuso al traffico, dal pomeriggio di ieri, il ponte sul fiume Cixerri in agro di Uta tra via Ponte e via Monte Arcosu, che collega Uta con la provinciale 2.

La pioggia è caduta anche nel nord della Sardegna, nel Sassarese, mentre temporali hanno interessato il Sarrabus e l’Ogliastra, il Sulcis e il Campidano di Cagliari. Le precipitazioni più abbondanti si segnalano a Villasalto, Ballao, Villagrande Strisaili e San Vito. Interessata anche la Gallura. La situazione dovrebbe migliorare nell’arco della giornata.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin