Perché la Corte dei Conti sta indagando sui voli di Salvini


salvini inchiesta voli stato

 (AGF) 


 Matteo Salvini  




I viaggi di Matteo Salvini a bordo di velivoli delle Polizia e dei Vigili del Fuoco finiscono in un dossier della procura Corte dei Conti del Lazio.

Si tratta di un fascicolo “esplorativo” per accertare se il ministro dell’Interno abbia viaggiato su aerei ed elicotteri della polizia al di fuori dei fini strettamente istituzionali.

La mossa segue l’inchiesta di Repubblica sui tour per l’Italia del ministro dell’Interno, e in particolare sull’uso del lussuoso bimotore Piaggio P-180 – ribattezzato la “Ferrari dei cieli” – non solo per partecipare a eventi ufficiali ma anche per iniziative elettorali.

La Procura guidata da Andrea Lupi – si legge sul quotidiano – ha aperto il fascicolo come atto dovuto, per chiarire se ci sia stato uno sperpero di risorse pubbliche. E nei prossimi giorni potrebbero essere chiesti atti al Viminale.

Nel mirino ci sono più di venti voli con mezzi della polizia e in un caso anche dei vigili del fuoco. Viaggi in cui iniziative di propaganda – 211 quelle cui ha partecipato Salvini solo da gennaio – vengono agganciate a manifestazioni ufficiali. Come accaduto venerdì scorso.

L’ultimo caso

Alle 6.55 il leader della Lega sale a bordo del P-180 diretto a Reggio Calabria, dove un Augusta lo aspetta per raggiungere una cerimonia anti mafia, poi alle 12.12 riparte per Lamezia Terme e da lì in elicottero fino a Catanzaro per un comizio elettorale.

Alle 16.34, partenza per Napoli per un incontro in prefettura sull’arresto dei feritori della piccola Noemi e due ore dopo l’ultimo viaggio per Linate in vista dell’adunata degli alpini il giorno dopo.

L’aereo della polizia si alza da Capodichino alle 19.22, venti minuti prima di un jet Alitalia per la stessa destinazione, che sarebbe costato molto meno: il P-180  tocca i 750 chilometri orari, e un’ora di volo sul mercato privato costa almeno 4-5.000 euro.

Il precedente di Renzi

Negli ultimi anni la procura della Corte dei Conti del Lazio ha aperto diverse inchieste analoghe. Nel 2015, sulla base di un esposto dei 5 Stelle, un fascicolo fu aperto sull’utilizzo di un volo di Stato da parte dell’ex premier Matteo Renzi per andare in vacanza a Courmayeur con la famiglia. Dossier poi archiviato.

salvini inchiesta voli stato

Nicola Marfisi / AGF

Matteo Salvini

Da parte sua, riporta Il Fatto Quotidiano, il capo del Viminale respinge le accuse: “Nessun abuso, nessuna irregolarità, nessun volo di Stato o della Polizia per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali. Sfido chiunque a dimostrare il contrario”, ha detto Salvini da Foggia. 

“Sono indagato dappertutto su tutto: per sequestro di persona, per razzismo. Penso che il lavoro che sto facendo per gli italiani lo stiano apprezzando. E penso di essere uno dei ministri che costa meno, nella storia del ministero dell’Interno”, ha tagliato corto Salvini.

“In nessun caso il ministro ha utilizzato” i voli di Stato e quelli con velivoli della Polizia “per motivi estranei al suo ruolo istituzionale. Salvini è abituato a utilizzare voli di linea, rigorosamente in economy, nonostante abbia il livello di tutela personale più elevato”,  ribadiscono intanto fonti del Viminale.

Salvini, “negli undici mesi di permanenza al Viminale, ha utilizzato gli aerei della Polizia di Stato per 19 tratte, per la durata media di un’ora, che fanno riferimento a 10 giorni”, precisa il Dipartimento della pubblica sicurezza.

Intanto anche il Movimento 5 stelle ha chiesto chiarimenti.

“È una strana faccenda, anche perché se è vero che la Corte dei Conti ha aperto un fascicolo ‘esplorativo’ per accertare se abbia viaggiato su aerei ed elicotteri della polizia al di fuori dei fini strettamente istituzionali, allora significa che una piccola ombra da chiarire c’è”, si legge sul Messaggero.

“È bene che lo faccia Salvini. E siamo sicuri che lo farà”. Mentre si è mostrato cauto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che al Forum Pa ha detto: “Non ho motivo di non credere alle parole di Salvini”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin