«Per noi, per loro e per tutti», il corteo chiede giustizia



«Non si può morire per un treno carico di gpl che esplode nella città e sventra palazzi: tu sei dentro casa e ti ammazza. Non si può morire per un ponte che tracrolla. O perché una scuola non è a norma… Non si può morire di lavoro e di amianto…». Vincenzo Vittorini va avanti così, per un po’. La lista è lunga. Lui, nel terremoto del 6 aprile 2009, ha perso la moglie e la figlia. Ora è faccia a … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin