Per entrare in auto a Manhattan bisognerà pagare un pedaggio


pedaggio manhattan

Afp


Manhattan




In futuro chi vorrà entrare in auto nella giungla d’asfalto di Manhattan dovrà pagare un pedaggio. Nello specifico, si tratta di una tariffa per la congestione del traffico, che non solo servirebbe a limitare la circolazione delle macchine, ma rappresenterebbe un’ottima soluzione per racimolare i miliardi di dollari necessari per ristrutturare l’antiquata metropolitana e per investire nel trasporto pubblico gestito dalla società Metropolitan Transportation Authority. Se la proposta andrà in porto, New York sarà la prima città statunitense ad adottare la misura già in vigore a Londra, Stoccolma e Singapore. 

La proposta, al vaglio dei legislatori di Albany, è appoggiata dal governatore Andrew M. Cuomo, secondo cui senza quest’iniziativa i prezzi di autobus e della metropolitana potrebbero aumentare del 30%. A favore del pedaggio è anche il sindaco Bill de Blasio, non proprio in ottimi rapporti con Cuomo.  I due questa volta si ritrovano dalla stessa parte, con de Blasio che afferma che senza questo strumento non si può risolvere il problema dell’ammodernamento della metropolitana.

Già nel 2008, ricorda il New York Times, l’allora sindaco della città Michael R. Bloomberg, aveva fatto una proposta simile, poi affondata a causa di un’apatia legislativa. Questa volta però il pedaggio sembra aver imboccato la giusta via: “Il Consiglio è pronto ad andare avanti con la proposta di una tariffa per la congestione del traffico”, ha dichiarato lunedì lo speaker della Camera, Carl E. Heastie, confidente che si arriverà a un risultato prima del 1 aprile.

I dettagli sono ancora da discutere, ha fatto sapere Heastie, ma la misura dovrebbe prevedere delle eccezioni, tra le quali un lasciapassare per i più poveri, per i disabili e per coloro che devono recarsi a una visita medica. Secondo una prima stima, il programma sostenuto dal governatore e dal sindaco dovrebbe far entrare nelle casse 1 miliardo di dollari ogni anno. Una somma interamente ottenuta con le tassa di chi vuole entrare nel distretto degli affari di Manhattan che si espande dalla 60ima fino a Battery Park. “La tassa sulla congestione del traffico è la più grande occasione che abbiamo”, ha detto Cuomo in una intervista a radio WNYC. “Ne abbiamo parlato per 20 anni. È la più brillante idea per un buon sviluppo urbano”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin