Paolo Conte, il mio ’68 tra scartoffie, editori e jazz



Paolo Conte non è più un ragazzino, ha qualche problema di udito, tende a farsi ripetere le domande, se sono multiple preferisce rispondere all’ultima, poi farsi ripetere la precedente. Ma lo spirito e l’acume sono sempre quelli di un personaggio unico e magistrale nel panorama della nostra musica. E allora alla domanda «come va?» lui risponde «eh, mi difendo, dagli anni, la nebbia, la pioggia». Eccolo, Paolo Conte 81 carati. L’occasione per incontrarlo deriva dal tour e dal doppio disco … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin