Organi invertiti | Storia di una donna morta a 99 anni


Succede una volta su 50 milioni di nascere con gli organi invertiti e di vivere fino a 99 anni in ottima salute.

Quasi un secolo felice, con cinque figli e un negozio da parrucchiera. Questa è la storia di una donna americana, nata e vissuta sulla costa dell’Oregon. Rose Marie Bentley è morta a 99 anni e non è famosa per aver raggiunto questo traguardo, ma per essere un caso medico su 50 milioni. Almeno stando a quanto le hanno diagnosticato i medici nel 2017.

La donna ha vissuto tutta la sua vita con tutti gli organi interni in posizione invertita. Portatrice di una patologia chiamata “

situs inversus con levocardia

“, che spesso porta alla morte per insufficienza cardiaca. Rose Marie invece ha vissuto in ottima salute. Unico fastidio un cronico bruciore allo stomaco ora spiegabile con la sua patologia. Non è mai stata a conoscenza della sua condizione.

La condizione, davvero rarissima, è stata scoperta dagli gli studenti di anatomia della ‘Oregon Health and Science University di Portland’ a cui la figlia, Ginger Robbins, ha donato il cadavere. Iniziando a sezionare il corpo, gli studenti, guidati dal professor Walker, non sono riusciti a trovare la vena cava, che regolarmente è collocata a destra, nel suo caso era a sinistra. E così una catena di eventi: cuore e stomaco a destra invece che a sinistra, così come la milza. Il fegato è stato trovato a sinistra e i polmoni uno dei quali con due lobi invece di tre.

Rose Marie Bentley è stata particolarmente fortunata, perché normalmente solo il 5-15% dei pazienti con ‘situs inversus’ arriva ai 5 anni di età. Sino ad oggi si era avuta conoscenza solo di un paio di casi di sopravvissuti sino ai 70 anni.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin