operazione contro la “nuova” mafia, sette fermi


palermo mafia nuova cupola

Palermo – La Dda ha eseguito alle prime ore dell’alba un decreto di fermo nei confronti di sette persone, che sono accusate di far parte della nuova Commissione di Cosa Nostra. Si tratta sostanzialmente delle nuove leve della “cupola” mafiosa, tra cui ci sono anche il nipote di Michele Greco (detto il “papa”), Leandro, e Calogero Lo Piccolo, figlio del boss ergastolano Salvatore Lo Piccolo. Già a dicembre vi erano stati i fermi per 47 persone ritenute a vario titolo boss e gregari nel progetto di ricostituzione della cupola.

A “cantare”, come si dice nel gergo mafioso, sono stati i boss pentiti Francesco Colletti e Filippo Bisconti fermati proprio nel corso dell’operazione scattata ad inizio del mese scorso. I due hanno fornito importanti inidicazioni ai magistrati in merito alla riorganizzazione della Commissione provinciale di “Cosa Nostra”, rivelando le nuove dinamiche interne e i ruoli di alcuni affiliati come Leandro Greco, Calogero Lo Piccolo e Giovanni Sirchia. Tra i fermati, infatti, c’è anche quest’ultimo, ritenuto affiliato alla famiglia mafiosa di Passo di Rigano: Sirchia è accusato di aver partecipato attivamente alla ricostituzione della cupola consegnando ai boss le convocazioni per i summit e in alcuni casi anche di averli accompagnati alle riunioni.

Nuova cupola di Palermo: l’intercettazione

Disposti i fermi anche nei confronti di Giuseppe Serio, Erasmo Lo Bello, Pietro Lo Sicco e Carmelo Cacocciola, ne cui confronti è contestato il reato di associazione mafiosa ed estorsione nel territorio di San Lorenzo. A confermare la grandezza del nuovo progetto, un’intercettazione ambientale del Colletti che al suo autista Filippo Cusimano raccontava: “Si è fatta comunque una bella cosa… per me è una bella cosa questa… molto seria… molto… con bella gente… bella! grande! gente di paese… vecchia gente di ovunque”. Dai dettagli dell’inchiesta emerge come Leandro Greco amasse farsi chiamare il “papa” esattamente come il nonno.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin