Occhio all’asteroide di Halloween che ha davvero la forma di un teschio


Occhio all'asteroide di Halloween che ha davvero la forma di un teschio



Un asteroide davvero curioso è destinato a passare vicino alla Terra il prossimo 11 novembre, poco dopo la festa di Halloween. A dire la verità, l’asteroide 2015 TB145 non è del tutto nuovo. E’ stato scoperto per la prima volta nel 2015, quando ha sfiorato la Terra, passando più o meno alla distanza della nostra Luna, proprio nel giorno di Halloween. Il prossimo sorvolo dell’asteroide non sarà così vicino; transiterà a circa 38 milioni di km dal nostro pianeta, più o meno un quarto della distanza della Terra dal sole.

Un asteroide a forma di teschio

Quello che rende inquietante questo piccolo frammento spaziale non sono tanto le dimensioni o il rischio di collisione con la Terra, piuttosto, la sua forma inconsueta. Gli scienziati hanno avuto l’opportunità di registrare alcune immagini dell’asteroide proprio tre anni fa, nel momento di massimo avvicinamento. Alcune di quelle immagini radar, riprese dal radiotelescopio di Arecibo, hanno mostrato una roccia quasi sferica, con rientranze simili a orbite oculari e a un naso. Insomma, vero e proprio “teschio”.

Occhio all'asteroide di Halloween che ha davvero la forma di un teschio

 Asteroide di Halloween

La coincidenza con la ricorrenza di Halloween e l’aspetto di un cranio umano non potevano non destare l’attenzione degli astronomi che l’hanno immediatamente ribattezzata  “cometa della morte”. Ma non c’è ragione di spaventarsi! A dispetto del nome, l’asteroide 2015 TB145 è relativamente  piccolo – tra 400 e 500 metri di diametro – e  passerà ben lontano dal nostro pianeta per rappresentare un pericolo reale.

In origine era una cometa

A parte l’aspetto, quello che sembra interessante è che il piccolo corpo celeste potrebbe non essere un asteroide ma avere un passato da cometa. Sia la traiettoria che la sua riflettività, fanno ritenere che si tratti di una cometa piuttosto vecchia, che ha esaurito da tempo i suoi costituenti più volatili – come ghiaccio, ammoniaca o metano –  e quindi non è più in grado di formare la splendida e caratteristica coda. Possiamo quindi dire che, più che con una “cometa della morte”, abbiamo a che fare con una “cometa morta”.

Se è vero che l’asteroide-cometa di Halloween non si avvicinerà troppo alla Terra, ci sono altre rocce spaziali che potrebbero avere “incontri ravvicinati” con il nostro pianeta nel prossimo futuro. Secondo l’Istituto  Max-Planck per la Fisica Extraterrestre,  un asteroide soprannominato 1999 AN10 passerà a meno di 30 0mila km dalla Terra nell’agosto del 2027 e  due anni dopo, nell’aprile del 2029,  l’asteroide 99942, che porta il temibile nome di Apophis il dio egizio delle tenebre, sfiorerà letteralmente il nostro pianeta, passando alla distanza di appena 37 mila km, più o meno alla distanza dove si trovano i satelliti utilizzati per le telecomunicazioni.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin