“obbligo ove necessario”. Governo studia nuova legge?


La ministra Grillo sui vaccini: “obbligo per morbillo, non per esavalente”

Grillo morbillo si esavalente no

Il Ministro della Salute Giulia Grillo torna sul tema vaccini ribadendo la posizione del governo: “Non siamo contro i vaccini ma per utilizzare lo strumento dell’obbligo in maniera intelligente, impegnando i cittadini laddove è necessario, sicuramente per il morbillo“.

La legge in vigore in tema di vaccinazioni in età scolare, come hanno dovuto ricordare i presidi al Ministro poco prima dell’inizio dell’anno scolastico, è la legge Lorenzin. Secondo la quale senza le vaccinazioni obbligatorie, la cui avvenuta somministrazione va certificata, a scuola non si entra.

Non basta l’autodichiarazione che la Grillo aveva “lanciato” in una circolare estiva e che aveva fatto nascere un accesso dibattito suscitando altrettanto accese critiche, di merito e di metodo, con attacchi anche da parte della stampa estera.

Il ministro della Salute in quota M5s, torna a parlare quindi di un obbligo flessibile. Il governo evidentemente pensa di mettere mano alla materia, con una nuova legge che sostituisca la Lorenzin. Non è la costrizione “che fa salire la soglia dei vaccinati, ma il dibattito pubblico” aggiunge Grillo ricordando che in alcuni casi, come per l’esavalente, è “sufficiente la raccomandazione, come fanno altri Paesi”. Su altri vaccini “è possibile tornare a un pre-Lorenzin. Mantenendo però alta l’attenzione sul morbillo, che è il vero problema di questo Paese”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin