Nuova Zelanda | Strage compiuta da un solo uomo


strage nuova zelanda brendan tarrant

La strage delle due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, è stata compiuta da un uomo solo, Brenton Tarrant. Lo conferma il commissario della polizia, Mike Bush, che nel corso di una conferenza stampa ha reso pubblici i risultati delle indagini preliminari: il 28enne Tarrant ha ucciso 49 persone senza supporto di alcuno.

Nuova Zelanda: bimbo di 3 anni tra le vittime

Con il passare delle ore, intanto, trapelano nuovi dettagli sull’identità delle vittime, tra le quali c’è anche un bimbo di tre anni, il cui papà si è salvato fingendosi morto, mentre il fratello maggiore è riuscito a fuggire durante la furia omicida di Tarrant. Il bimbo si chiamava Mucad Ibrahim ed è al momento la vittima più giovane della sparatoria: è morto tra le braccia del padre, che dopo gli spari si è finto morto per ingannare l’attentatore.

Identificate altre due vittime, intanto: si tratta di un cittadino afghano, Haji Daoud Nabi, in Nuova Zelanda dal 1977, e del siriano Khaled Mustafa, arrivato nel Paese solo pochi mesi fa. Quanto ai feriti, 7 di loro sono stati dimessi dall’ospedale, mentre 39 sono ancora ricoverati, 11 in terapia intensiva per conseguenze gravi.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin