Non solo guerre e fame. In Etiopia è «Abiymania»



Tranne alcune giacche indossate in occasioni ufficiali e – cosa ben più seria – la convinzione che basti privatizzare tutto per sanare l’economia del paese – è difficile trovare qualcosa da dire sulla partenza a razzo di Abiy Ahmed, dopo l’inattesa investitura a premier dell’Etiopia lo scorso aprile. Ok, bastava poco per segnare uno stacco con il regime paranoico e autoritario che il paese si ritrovava, ma lui ha provato a strafare liberando i prigionieri politici, riaccogliendo i dissidenti in … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin