“Non sfuggiamo a nostre responsabilità”


Muscat chiede di considerare i 108 migranti profughi da accogliere e proteggere.

Mercantile dirottato è arrivato a Malta

La marina militare di Malta ha abbordato il mercantile turco El Hiblu che ieri era stato dirottato dai migranti che, dopo essere stati soccorsi in zona Sar libica, una volta capito che stavano per essere riportati verso Tripoli, avevano dirottato la petroliera. L’abbordaggio è avvenuto all’alba, appena il mercantile ha superato le acque maltesi. La marina si è messa in contatto con il comandante, che ha confermato di non avere il controllo della nave e di essere minacciato da un piccolo gruppo dei 108 migranti che in totale sono stati soccorsi ieri, di cui 77 uomini e 31 donne. I migranti non si sono opposti all’abbordaggio che è avvenuto sotto il controllo di un elicottero. Il loro unico obiettivo era di non essere riportati in Libia, tanto da preferire l’arresto, che probabilmente avverrà per il gruppetto che ha minacciato il comandante. Il Premier maltese Joseph Muscat ha commentato:

“Durante la notte le forze armate maltesi hanno condotto un’operazione delicata in alto mare, abbordando su una nave presumibilmente catturata da migranti al largo della Libia e dirottata verso Malta. Non ci sottraiamo alle responsabilità nonostante le nostre dimensioni ridotte. Ora seguiremo tutte le regole internazionali”

Muscat ha anche fatto sapere che chiederà che le 108 persone a bordo della nave siano considerati profughi da accogliere e proteggere. Infatti quasi tutti hanno intenzione di chiedere l’asilo politico.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin