«Non guardarmi solo a metà»: è la giornata della sindrome di Down


Quest’anno, con la campagna “Non guardarmi solo a met”, realizzata in collaborazione con gli studenti della RUFA (Rome University of Fine Arts), l’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) torna a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla realt delle persone con sindrome Down in occasione della Giornata Nazionale che si celebra il 14 ottobre.

La strada da percorrere

Sicuramente le persone con sdD sono oggi pi conosciute di un tempo – spiega il presidente dell’Associazione, Paolo Virgilio Grillo, lanciando la campagna 2018 – ma c’ bisogno di maggiore conoscenza e di scoprire che molte cose sono cambiate, oggi le sfide maggiori riguardano la vita adulta, oltre il 60% di queste persone sono adulte e va data risposta al loro bisogno di casa, di affetti, di occupazione. Ancora oggi nell’immaginario comune si tende a leggere le persone con sindrome di Down solo attraverso la loro condizione genetica e sono ancora comuni molti stereotipi: tutti affettuosi, amanti della musica, eterni bambini. “Ma le persone con sdD sono Martina, Giovanni, Luigi, e assomigliano ai loro genitori, con passioni e competenze diverse e con in comune un cromosoma in pi”, si legge nel comunicato.

100 piazze

La campagna ha come obiettivo quello di invitare le persone ad andare al di l delle apparenze e dei pregiudizi e di promuovere l’incontro e la conoscenza. A partire dal 13 ottobre, in pi 100 piazze site in oltre 35 citt italiane, l’Associazione Italiana Persone Down sar presente con materiale informativo e offrir, a fronte di una donazione minima di 5 Euro, tavolette di cioccolato biologico (fondente al 70%) per sostenere i progetti dell’AIPD sul territorio.

Martina Stella e sfilata storica

Tra gli avvenimenti: a Roma domenica 14 ottobre, in Santa Maria in Trastevere dalle 10,00 alle 13,00 Martina Stella, insieme ai soci della Sezione di Roma, distribuir la tavoletta di cioccolato fondente. A Belluno insieme al Club “Amici della Topolino” sempre domenica Topolino e Giardinette compiranno un percorso tra alcuni centri della provincia, avendo ognuna, come navigatore, un giovane con sindrome di Down. La partenza avverr da Belluno, preceduta da una visita guidata al Palazzo Fulcis per arrivare a Feltre –Anz.

14 ottobre 2018 (modifica il 14 ottobre 2018 | 09:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin