“Non accetto critiche da chi ha portato il partito alla rovina”


L'ex sindaco di Roma Ignazio Marino

L’ex sindaco di Roma Ignazio Marino è stato assolto in via definitiva dalla Corte Di Cassazione per il caso degli scontrini che nell’ottobre 2015 portò alle sue dimissioni, e chi si aspettava le scuse da parte del Partito Democratico e dal suo presidente Matteo Orfini è rimasto a bocca asciutta. Anzi.

Orfini, proprio ieri, aveva difeso la decisione di sfiduciare Marino e costringerlo a farsi da parte, spiegando come alla base di quella scelta c’era il modo in cui Marino stava amministrando la città – “Marino non era adeguato a quel ruolo, stava amministrando male Roma, la città era un disastro“. La replica del diretto interessato non si è fatta attendere ed è stata tutt’altro che pacata:

Non ho nulla da replicare a chi ha imposto una scelta senza che questa venisse discussa nel luogo che la democrazia deve utilizzare per queste decisioni, ovvero l’Assemblea capitolina. Non ho nulla da perdonare o critiche da accettare da chi ha portato alla rovina il Pd consegnando Roma e il paese al populismo.

Marino non ci va affatto leggero e attribuisce alla cattiva gestione del Partito Democratico la colpa della salita al potere di Matteo Salvini e Luigi Di Maio. L’ex sindaco sottolinea che una delle cause è il lento distaccamento dei vertici del PD dal territorio, una critica mossa a più riprese anche dal nuovo segretario del partito, Nicola Zingaretti:

La chiusura dei circoli del Pd nella capitale è stato il segnale di uno scollamento totale tra i vertici del partito e il territorio. Un isolamento che ho vissuto sulla mia pelle. Io e la mia giunta siamo stati lasciati soli in balia di quel sistema di potere che da decenni governava Roma, dallo smaltimento dei rifiuti alle lobby delle bancarelle.

Il Partito Democratico, ha spiegato Marino, è andato in caduta libera dopo il patto del Nazareno e le conseguenze del crescente populismo in Italia si vedranno anche in Europa a partire dal mese prossimo: “Se a maggio in Europa trionferà il populismo dei cinque stelle e il sovranismo della destra sapremo di chi sono le responsabilità ma credo che la maggior parte degli elettori Europei vorranno mantenere solida l’Unione Europea“.

Marino, dopo l’esperienza da sindaco di Roma, non sembra avere nessuna intenzione di tornare in politica. Oggi vive negli Stati Uniti ed insegna chirurgia alla Thomas Jefferson University di Philadelphia.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin