Nomine Rai, per i gialloverdi prova del fuoco. O del cuoco



Un passo per volta, perché la lottizzazione non è roba da principianti, soprattutto quando si milita sotto le insegne del «cambiamento». E così tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio l’accordo sulle nomine Rai c’è, ma solo per la prima tranche, quella che riguarda i telegiornali. Lo schemino della spartizione è stato consegnato all’amministratore delegato Fabrizio Salini al quale la legge affida il compito di avanzare la sua proposta al cda e che quindi ha subito rigirato al consiglio (bisogna … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin