Nella precarietà dell’esistere, tra biciclette e rammendi simbolici



Paolo Fabrizio Iacuzzi torna nelle librerie col suo sesto libro, Folla delle vene (Corsiero, pp. 80, euro 13) con nota critica di Pasquale Di Palmo, dove – come nei precedenti – un colore, questa volta il rosa, permea uno spazio, una memoria. Il colore dice Iacuzzi: «innesca un’antropologia privata alla luce di un’antropologia maggiore»; con la sua complessa simbologia, segue tutti i lavori del poeta a cominciare dal bianco di Magnificat (1996), opera già recensita da Giudici, sino ad arrivare … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin