Nayt, il testo e il video di Brutti sogni


Il nuovo singolo di Nayt, quarto estratto dall’album Raptus 3.



A partire da venerdì 8 marzo 2019, è disponibile il nuovo singolo di Nayt, il rapper romano che, il prossimo 15 marzo, pubblicherà il nuovo album Raptus 3.

Il quarto estratto dal nuovo album di Nayt si intitola Brutti sogni. Il singolo, prodotto da 3D, è disponibile negli store digitali e sulle piattaforme streaming.

Sempre a partire da venerdì 15 marzo, inoltre, Nayt sarà impegnato con un instore tour durante il quale presenterà il nuovo album in molte città d’Italia: 15 marzo a Torino, 16 marzo a Varese e Milano, 18 marzo a Firenze, 19 marzo a Roma, 20 marzo a Napoli, 21 marzo a Foggia e Andria, 22 marzo a Taranto e Lecce.

Di seguito, trovate il testo di Brutti sogni; cliccando sulla foto in alto, potete ascoltare il brano.

Nayt – Brutti sogni: il testo

Scrivo da quando ero piccolo, non sanno

La mia roba se la gustano bailando

Toc, toc, toc, bussano, stai calmo

So che ce la faremo, ma mai quando te la rimando

Puntare

Pensavi davvero che me ne sarei andato via

La mia vita è mia, spero non mi dia solo put*ane

Fuori dai buchi dove siamo cresciuti

Voi zitti, muti

Tu non mi aiuti

Prima mi illudi, poi dici morirai, chiudi

Sai quando ci ripenso

Vuoi fare mille cose, ma non hai i mezzi

Guidi contro un muro, non sterzi

Qui non c’è nessuno se vai in pezzi

Parlo con Dio, ma so che non mi vede

Mi beve davanti quando dico ho sete

Taglio la gola ai figli di papà, li

Odio da quando odio mio papà, mi

Faccio uomo anche da solo

Bevo il sangue tuo, lo scolo

Stai per vomitare, sono un animale, Dio.

Guarda quello che mi fai

Fai, fai

Fai, yeh, yeh

Guarda quello che mi fai

Fai, fai

Fai, yeh, yeh.

Guarda quello che mi fai fare

Fai fare

Guarda quello che mi fai fare

Fai fare

Nella mia testa rampampampam, yeh

Rampampampam, yeh

Rampampampam, yeh, eh

Rampampampam, eh

Rampampampam, eh, eh.

E non puoi fare male a chi si è fatto più male

Ho cambiato tipo 12 case

Il mio amico vive dentro uno studio

Io ti rompo il cu*o sulla sua base

Chiedo solo su chi posso contare

Ma delle volte mi ricordo nessuno

Poi mi fermo e non lo so se li merito i sogni che ho

Ma mi rispondo che sudo, oh

Mamma, non trovo quella che mi salva

Però ho quella che mi calma

Fuori piove, dimmi dove andare

Dimmi come, segnati il mio nome

Svegliati in hang-over, non fare rumore

Guarda come muore uno come me.

Guarda quello che mi fai

Fai, fai

Fai, yeh, yeh

Guarda quello che mi fai

Fai, fai

Fai, yeh, yeh.

Guarda quello che mi fai fare

Fai fare

Guarda quello che mi fai fare

Fai fare

Nella mia testa rampampampam, yeh

Rampampampam, yeh

Rampampampam, yeh, eh

Rampampampam, eh

Rampampampam, eh, eh.

Credi sempre e solo in quello che fai

Sono stato troppo in paranoia

Sveglio a notte fonda a fare freestyle

Non faccio più brutti sogni

Fre’.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin