Nave umanitaria italiana soccorre 50 migranti nel Mediterraneo, la risposta del Viminale


migranti mare ionio

La Mare Ionio ha soccorso un gommone in avaria nel Mediterraneo con 50 migranti a bordo. La nave umanitaria che batte bandiera italiana è partita dal porto di Palermo ed ha incrociato l’imbarcazione in difficoltà a circa 40 miglia dalla costa libica ed ha subito informato la sala operativa sia della Guardia Costiera di Roma sia quella di Tripoli. La reazione del Viminale non si è fatta attendere: il ministero di Matteo Salvini ha già fatto sapere di essere pronto a chiudere anche le acque territoriali italiane alle navi delle Ong.

Una volta raggiunto il gommone in difficoltà, i volontari a bordo della Mare Ionio hanno lanciato i giubbotti di salvataggio e portato a bordo i migranti, tra cui ci sono anche 12 minori. Sono tutti di originari dell’Africa sub sahariana ed erano partiti dalla Libia. Durante i soccorsi della nave Ong italiana è arrivata anche una motovedetta libica, che però ha invertito la marcia rientrando verso le proprie coste dopo pochi minuti. Ora resta da capire che ne sarà dei circa 50 migranti, poiché la Mare Ionio non ha intenzione di consegnarli alla Guardia Costiera libica, ma anche se è coinvolta una nave umanitaria italiana, il Viminale non semrba voler cambiare la propria linea.

Il prossimo passo, infatti, dovrebbe essere la richiesta di uno sbarco alla sala operativa di Roma, che con ogni probabilità non lo concederà. La Mare Ionio ha equipaggio italiano e porta anche le bandiere dei comuni di Palermo e Napoli. Il gommone, invece, era partito dalle coste libiche a conferma del fatto che anche se la maggior parte non riescono più a sbarcare in Italia, comunque le imbarcazioni prendono ugualmente il largo.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin