Myss Keta porta Valeria Marini sul dance floor



Myss Keta come pochi in Italia gioca con il pop mirando alto ma non disdegnando cadute vertiginose (e volute) verso il basso. Tendenzialmente è una rriot girl piena di auto-ironia: ascoltate l’intro dell’eroina trans Elenoire Ferruzzi, guardate la foto di copertina «omaggio» a Valeria Marini diretta da Bigas Luna mentre il titolo occhieggia Tinto Brass. E poi ritmi vorticosi, sonorità ossessive ma con punte di inusitata ricerca (Battere il ferro finché è caldo) e produzione a la page (Main bitch). … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin