Mould, le oscure trame della creatività



Nella sua grande opera di colonizzazione del linguaggio, il capitalismo ha avocato a sé la nozione di creatività perché partecipasse alla propria interminabile crescita. Partendo da questa considerazione, Oli Mould nel suo saggio Against Creativity (Verso, pp. 240, sterline 14.99) muove una denuncia contro la deriva semantica di un concetto altrimenti prezioso. Mould intende la creatività come un «potere» nel quale cultura, azione e desiderio si fondono per produrre dal nulla qualcosa di nuovo; eppure, nell’accezione neoliberista il termine designa … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin