MotoGP pagelle, Marquez “re” della foresta. Ma che Dovi, che Rossa!


Le pagelle del GP di Aragon di Massimo Falcioni…

MotoGP pagelle, Marquez “re” della foresta. Ma che Dovi, che Rossa!

La Gara: voto 10-. Solita corsa-show, per gran parte ad uso … televisivo. Fioretti e scambi di … cortesia. Poi i tre giri finali da “corrida”, da incorniciare. Lorenzo ko alla prima curva, evidentemente cambia la fisionomia della gara. Colpa del “corsaro” Marquez che gioca “sporco”? La direzione Gara non c’è. Se c’è non sa. Meglio così. E la giostra va. Con il teatrino di qualifiche al limite del bluff, film già visto in Moto3. Il mondiale, show a parte, è già… “chiuso”. Fuori mischia Rossi, col rospo nel gozzo, lancia fiocinate alla Yamaha, nel nebbione. Sarà questo il leitmotiv degli ultimi 5 round?

Marquez: voto 10+. Marc si butta nella mischia dosando gas e testa e sfruttando la “morbida” dietro con … giudizio. E’ lui il “fenomeno” che quando vuole fa volare la Honda (voto 10) e fa la differenza: negli ultimi tre giri “apre” rifilando al Dovi circa tre decimi e mezzo a tornata! Tutto qui. Il catalano imbocca la via diritta verso il 7° titolo iridato. Number one.

Dovizioso: voto 9+. Il forlivese, out Jorge, ci prova in tutti i modi per regalare alla Ducati (voto 10+) il quarto successo consecutivo. Guida le danze con il ritmo basso tentando di “disorientare” Marquez. Che però, non ci sta e fa saltare la tattica e il … sogno “rosso” del trionfo-poker. Per l’aritmetica (gap di 72 punti) i giochi sono ancora aperti. Per la logica, no. Ma sognare non è vietato.

MotoGP pagelle, Marquez “re” della foresta. Ma che Dovi, che Rossa!

Iannone: voto 9. Arrembante ma senza fare disastri Andrea tiene bene il ritmo basso iniziale guadagnando infine un meritato podio su una Suzuki (voto 8+) che porta – anche per le … disgrazie altrui – le sue due moto nei primi 4 posti. La scelta della gomma morbida dietro (come la Honda di Marquez) ha pagato. Nel box blu torna il buonumore. Anche in quello… Aprilia.

Lorenzo: voto n.c. Il maiorchino torna nel sabbione uscendo da Aragon “a terra”, zero punti, un occhio nero, un piede ingessato. E accusa Marquez per una scorrettezza che però da fuori non si è vista. Poi la minaccia a Marc: “Scusati o mi vendicherò”. Buon fine stagione. Soprattutto buon 2019!

Rins: voto 8-. Si illude e illude francobollandosi coi primi nei primi giri. Quando i tempi calano fatica a tenere il passo del tris di testa. Perde podio e il duello in famiglia con l’Andrea oggi in (quasi) stato di grazia. Comunque un quarto posto che brilla, specie guardando chi c’è dietro.

Pedrosa: voto 6-. Il passato è passato e il buon Dani infiocchetta giri da manuale ma con il cronometro… lento. Quinto posto a oltre cinque secondi dal compagno Marc confermano quel che già si sapeva. Vietato infierire.

Espargaro: voto 7+. Aleix porta l’Aprilia (voto 7+) al sesto posto con un gap sotto i 10 secondi. Miglior risultato stagionale, grazie anche a disavventure e guai altrui. Pacche sulle spalle, sì. Senza coriandoli. C’è da proseguire nell’impegno. Zitti e .. pedalare.

MotoGP pagelle, Marquez “re” della foresta. Ma che Dovi, che Rossa!

Petrucci: voto 6-. Il ternano delude ancora, in ombra, con un settimo posto non catastrofico perché dietro, a meno di un secondo, c’è Rossi. Ma il gap sui primi due (quasi 15 secondi!) è un macigno che Petrux deve scrollarsi di dosso. Prima possibile.

Rossi: voto 6 +. Piazzamento modesto, preso con le pinze. Gara che fa comunque onore al pesarese della Yamaha (voto 4-) capace con umiltà di non alzare bandiera bianca. “Vince” il duello interno “in famiglia”. Non è, però, corsa-rimonta: gira sempre sull’1 e 49 alto e addirittura compie i suoi tre giri più lenti proprio nelle ultime tre tornate. Vale lo dice con onestà intellettuale che l’ottavo posto arriva più grazie agli … eventi (altrui) che al proprio forcing. Il titolo N° 10 è una chimera ma l’onore è salvo. Basta questo per insistere? Cosa produrranno le “bordate” di Vale anti Yamaha?

MotoGP pagelle, Marquez “re” della foresta. Ma che Dovi, che Rossa!




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin