Moschino sale sulla Renault Clio


La Clio è sempre piaciuta agli italiani. In ottobre – dati Unrae – è stata preceduta nella classifica dei modelli più venduti nel suo segmento solo dalla Fiat Panda, la Lancia Ypsilon e la Toyota Yaris. Dopo sei anni di carriera e con la nuova generazione pronta a debuttare al prossimo Salone di Ginevra, non è un risultato da poco. Per tenere alto l’interesse arriva ora la declinazione Moschino, disponibile sia per la cinque porte sia per la Sporter (la station wagon).

Moschino sale sulla Renault Clio

Non è un esercizio di stile limitato a una versione, la Clio Moschino. Il sodalizio fra le due griffe è così stretto da coinvolgere l’intera galla della compatta francese. Che da adesso si chiamerà, a seconda del livello di allestimento, Moschino Life, Moschino Zen e (al top) Moschino Intens. La sola Clio che non prende il nome della maison di moda è la Business, quella destinata alle flotte. Tutto ruota attorno alla personalizzazione in chiave Black & Gold. Una finitura dorata (ma sobria e ben integrata) arriva sugli specchietti laterali, sulle modanature laterali e sulle bocchette d’aria interne. Le personalizzazioni per i cerchi sono a richiesta, ma sulla Intens Moschino sono di serie.

Moschino sale sulla Renault Clio

Di serie, fin dal primo allestimento, il Moschino Life ( a 14.440 euro), c’è la telecamera di retromarcia con sensori di parcheggio, radio MP3, schermo touch da 7” e la classica scheda Renault per l’apertura e la chiusura dell’auto. L’allestimento Moschino Zen, che sarà il più venduto in Italia (a 16.550 euro) offre di serie anche le luci Full Led, la radio DAB e i cerchi in lega da 16 pollici. Infine, la Moschino Intens (a 17.600 euro) aggiunge il climatizzatore automatico, il key-less, il volante in pelle e gli alza cristalli elettrici posteriori, solo per citarne alcuni. La Sporter costa 800 euro in più a parità di allestimento.

Moschino sale sulla Renault Clio

Con la gamma debutta anche il TCe 75 turbo benzina che sostituisce il precedente quattro cilindri 1.2 aspirato con la stessa potenza. Le altre opzioni sotto il cofano sono il benzina TCe 90, disponibile anche a doppia alimentazione (benzina e GPL) e l’intramontabile diesel 1.5 dCi declinato nelle varianti da 75 o 90 Cv. Il secondo è disponibile anche con il valido cambio automatico a doppia frizione EDC. Di serie è previsto un manuale a cinque rapporti.

Moschino sale sulla Renault Clio

14 novembre 2018 (modifica il 14 novembre 2018 | 12:12)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina Ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/motori.xml

Autore dell'articolo: admin