Mosca: «Persecuzione contro la libertà di stampa»



Non si sono fatte attendere le reazioni da Mosca all’arresto di Julian Assange. Il primo a farsi sentire dal suo rifugio segreto in Russia dove vive come esule è stato Edward Snowden, l’altra «primula rossa» della controinformazione internazionale. «Le immagini dell’ambasciatore dell’Ecuador che invita i servizi britannici nell’ambasciata per trascinare via un giornalista vincitore di premi fuori dall’edificio finiranno nei libri di storia. I critici di Assange possono esultare, ma questo è un momento buio per la libertà di stampa», … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin