Morta la teste dei processi Ruby: si indaga per avvelenamento



Ricoverata il 29 gennaio scorso alla clinica Humanitas di Rozzano, Imane Fadil, 34enne testimone chiave dei processi Ruby a Silvio Berlusconi, è morta il 1 marzo senza che la notizia diventasse di dominio pubblico. La settimana scorsa il fratello e l’avvocato di Fadil hanno raccontato in procura a Milano che, prima di morire, la giovane aveva detto loro di temere di essere stata avvelenata. Ieri il procuratore capo di Milano Francesco Greco ha comunicato di aver aperto un’indagine per omicidio … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin