«Mio marito fa 12 km di corsa al dì e salta il pranzo: devo preoccuparmi?»


Pubblichiamo la domanda inviata da una lettrice al forum Medicina sportiva e la risposta data dal nostro esperto, Gianfranco Beltrami, specialista in Medicina dello Sport, vicepresidente nazionale della Federazione Medico Sportiva Italiana, professore a contratto Universit di Parma e San Raffaele di Roma, presidente Commissione Medica e Antidoping Federazione Italiana e Mondiale di Baseball e Softball (FIBS -WBSC).

Salve, sono molto preoccupata per lo stile di vita di mio marito perch credo non sia corretto e ho paura possa causargli dei problemi. Mio marito si allena nella corsa tutti i giorni durante la pausa pranzo facendo circa 12 chilometri e saltando cos il pranzo. Mangia solo una mela e un biscotto. Fa una colazione normale ma non fa spuntino n merenda. A cena mangia normalmente… forse un pochino pi abbondante, ma non troppo. La domenica fa quasi sempre una gara podistica che va dai 10 km in su. Il suo peso sempre uguale, ma correndo cos tanto e mangiando cos poco credo (da ignorante) che il suo metabolismo sia molto rallentato e possa avere problemi. Cosa ne pensa?
Alessandra

Buongiorno, ritengo che, da come la descrive, l’alimentazione di suo marito sia effettivamente carente. Facendo un’attivit abbastanza impegnativa nella pausa pranzo sarebbe opportuno che facesse una merenda a met mattina contenente una porzione di carboidrati (per esempio pane) ma anche una quota proteica (per esempio yogurt, formaggio o prosciutto). Importantissima anche una buona idratazione e l’assunzione di sali minerali(contenuti nella verdura e nella frutta). Ovviamente queste sono indicazioni di massima perch solamente con una valutazione della composizione corporea e un esame del dispendio energetico possibile stabilire un idoneo piano nutrizionale.

Che cosa deve mangiare chi pratica sport?


Gli obiettivi principali


14 settembre 2018 (modifica il 14 settembre 2018 | 16:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin