Milano White Show 2018, il salone dove la moda incontra il design


Grande successo per il Milano White Show 2018, ospitato ancora una volta dal Tortona Fashion District.


Il design e la moda trovano l’alchimia perfetta nel salone più innovativo e suggestive, il White Show, che proprio in queste giornate di Milano Moda Donna ha mostrato un altro aspetto del fashion, più di nicchia, più ricercato ma al tempo più alla portata delle persone. Il bianco ha colorato il Tortona Fashion District e soprattutto ha animato 22.000 mq con 562 marchi (375 brand italiani, 187 esteri) di cui 243 new entry esposti nelle location tra Tortona 27 | Superstudio Più, Tortona 31 | Opi cio, Tortona 35 | Hotel NHow e Tortona 54|Ex Ansaldo.

“Già da un paio di stagioni Milano e WHITE crescono in modo importante grazie alle iniziative e attività organizzate a livello di sistema, come ad esempio il progetto Milano XL e la sinergia tra le ere in date ravvicinate. E’ un importante cammino quello intrapreso da WHITE che continua a produrre risultati importanti per le aziende moda e per un settore trainante per l’economia italiana».

Ha raccontato Massimiliano Bizzi, founder di WHITE. Proprio partendo da Milano, ma con sguardo globale, WHITE ha scelto Fiorucci come Special Guest del salone. Una storia tutta italiana, iniziata a Milano nel 1967 con l’inimitabile Elio Fiorucci. Grazie al suo spirito libero e passione per l’arte, Fiorucci ha rivoluzionato il mercato della moda. Nel 2015 il brand è stato acquisito da Janie e Stephen Schaffer, che lo hanno rilevato puntando sui suoi valori come ironia, heritage italiano, contaminazioni con l’arte e la musica, attraverso una strategia multicanale, iniziata con l’apertura del pluripremiato Flagship store nel cuore di Londra Soho.

Al WHITE è suggestivo apprezzare la ricerca dei dettagli, dei materiali, dei particolari, scoprire brand piccoli che però confezionano oggi e prodotti grandi valore. S’incontrano ovviamente anche i grandi nomi, come i Blues o Roy Rogers, ma tutto è talmente ricercato ed equilibrato che piccolo e grande hanno lo stesso peso.

Samboue

Samboue significa “donna di successo” nella lingua africana Teké. E due donne, decisamente di successo, Alice e Stephanie, amiche dai giorni dell’università, ambedue laureate in materie scientifiche, hanno deciso di creare delle borse interessantissime in pelle e tessuti kuba realizzati in Congo e della tradizione antica (il telaio è tessuto dagli uomini e i ricami dalle donne incinte). Sono prodotti versatili, molto ben confezionati e perfetti per venire incontro alle esigenze pratiche delle donne.

FemminileSingolare

E se una maglietta parlasse proprio di te? La collezione di FemminileSingolare è un inno alle donne. Sulle magliette trovi The” still searching ” ovvero “la disordinata”, “The fearless”….cioè “la temeraria”, in compagnia della “la diva” di sempre e delle “enjoying the view”…, “le spasimanti”, che in riva al mare, si godono un orizzonte sexy e muscoloso. Tutte disegnate dalla matita ironica di Patrizia Pieroni, che ha raccontato:

“Sono tutti personaggi femminili che mi hanno ispirato in ventiquattro anni passati a conoscere tante donne, tante clienti del mio atelier, collaboratrici , giornaliste, imprenditrici, artiste, attrici e turiste di passaggio nel mio spazio di Roma. Ho ascoltato i loro racconti, consolato le pene d’amore, vissuto di rimando le loro piccole e grandi storie di lavoro, di viaggi, le loro esperienze felici e non, sempre affascinata dalla loro personalità. Dopo tutti questi anni , ho sentito il bisogno di raccontarle con il mezzo che mi è più affine: “il disegno”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin