Milano-Cortina 2026, governance divisa tra Sala e Zaia


Dopo l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano-Cortina non c’è quasi tempo di fare festa che si parla già di governance e di organizzazione: “Bisogna fare le cose per bene subito. Non sta a me trovare soluzioni ma non bisogna buttare via tempo, perché altrimenti bisogna ricorrere a procedura di urgenza e ad altre cose che creano problemi, anche a chi li gestisce” ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala.

“È stato determinante che il governo dopo un iniziale tentennamento sia entrato con decisione”, aggiunge l’esponete PD. “Se siamo uniti e ci crediamo siamo in grado di raggiungere risultati come questo e di affrontare qualsiasi difficoltà” aveva commentato a caldo il governatore della Lombardia Attilio Fontana.

Gli ha fatto eco il presidente leghista del Veneto Luca Zaia: “Dobbiamo smetterla di piangerci addosso… È stato un grande gioco di squadra una vittoria dei territori e di tutto il Paese. Siamo i migliori e per questo abbiamo vinto noi, dedico la vittoria a tutti i veneti”.

Zaia ha poi precisato: “Ci sono stati anche momenti nei quali sembrava che saltasse tutto, però il risultato è arrivato. Noi siamo già partiti per i Giochi, non si arriva con un dossier così se non si è già partiti”.

“Con Conte – ha aggiunto Zaia – abbiamo parlato tante volte insieme, ci siamo incontrati anche nei momenti difficili perché questa candidatura ha avuto anche momenti complicati, ma noi abbiamo tenuto il punto e il risultato è arrivato”.

milano cortina 2026


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin