Migranti, Ong italiana salva 49 persone. GdF e Salvini vietano lo sbarco a Lampedusa


La nave ‘Mare Jonio‘ della Ong italiana Mediterranea Saving Humans ieri sera ha salvato 49 migranti – 12 minorenni – a 42 miglia nautiche dalle coste libiche; i migranti si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua, la cui presenza era stata segnalata dall’aereo di ricognizione Moonbird della ONG Sea Watch. La Mare Jonio ha risposto alla chiamata d’emergenza in conformità con il diritto internazionale e ha contestualmente informato la centrale operativa della Guardia Costiera Italiana.

Quando i migranti sono stati tratti in salvo si trovavano in mare da 2 giorni e presentavano tutti problemi di disidratazione. Per questo motivo la Mare Jonio, sempre in conformità con il diritto internazionale, ha iniziato a fare rotta verso il porto sicuro più vicino: quello di Lampedusa.

Nel suo avvicinamento la nave è stata anche sorpresa dal mare grosso e dalle 7:30 di questa mattina si trova alla fonda a un miglio e mezzo da Lampedusa, su autorizzazione della Guardia Costiera. La Guardia di Finanza, invece, aveva inizialmente negato l’ingresso in acque territoriali; un’ordine non rispettato dal capitano per motivi di sicurezza. Casarini, capo missione della Ong, ha confermato che la nave è a pochi metri dall’isola siciliana: “Siamo a pochi metri da Lampedusa, sarebbe strano non attraccare qui“. In attesa che si sblocchi la situazione il capitano ha chiesto lo sbarco immediato di uno dei naufraghi a causa di una sospetta polmonite.

Matteo Salvini si è affrettato a ribadire su Twitter che i porti italiani “erano e rimangono chiusi“.

Luigi Di Maio ha invece assicurato che “non ci sarà un nuovo caso Diciotti” e che il Governo è “al lavoro per verificare le condizioni di vita a bordo” perché “la priorità è il salvataggio delle persone. In secondo luogo, da quello che sembra, ancora una volta si tratta di una nave che non ha rispettato le regole: non sono state rispettate, infatti, le direttive delle autorità libiche. Inoltre, la novità è che questa Ong, per la prima volta, batte bandiera italiana“.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin