May difende l’accordo. Ma in otto se ne vanno e il suo governo vacilla



Se ieri mattina Theresa May si è svegliata più leggera, era perché il suo governo aveva appena perduto due ministri chiave e stava per perderne altri sei. La notte, infatti, porta consiglio. E a volte dimissioni. Otto, appunto: ha aperto le danze di prima mattina Dominic Raab, nientemeno che il Brexit Secretary. Proprio non sapeva Raab, in tutta coscienza, come assecondare l’operazione di umiliazione nazionale sancita dalla bozza di accordo con l’Ue. Del resto, quasi non sapeva nemmeno che a … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin