Mattarella inaugura anno scolastico all’Elba: “Genitori bulli segnale d’allarme”


Il Presidente della Repubblica ha parlato anche dei giochi perversi in chat.

Sergio Mattarella inaugura anno scolastico

Il discorso con cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella oggi pomeriggio ha inaugurato l’anno scolastico all’Isola d’Elba è stato strettamente connesso all’attualità, in particolare a tutte le notizie che hanno riguardato gli adolescenti negli ultimi giorni. E così il Capo dello Stato ha manifestato la sua vicinanza alla famiglia di Igor Man, il ragazzino che è morto per un assurdo gioco online e ha detto:

“Le connessioni digitali sono grandi finestre aperte sul mondo, e sul nostro tempo. Ma esiste anche un lato oscuro della rete. Non è accettabile che un ragazzo di quattordici anni muoia in conseguenza di un’emulazione in un gioco perverso in chat. Sono vicino al profondo dolore della famiglia del giovane Igor Maj per questa morte assurda e crudele. Dobbiamo chiederci che cosa va fatto per evitare tragedie di questo genere. Le fragilità dei nostri giovani devono poter essere accompagnate e sostenute, poste al riparo da insidie gravi, talvolta mortali, veicolate sulla rete. Le famiglie non possono essere lasciate sole in questa opera. La scuola può far molto per aiutarli”

Poi ha aggiunto:

“I giovani corrono avanti. Gli adulti, tuttavia, devono cercare di tenere il loro passo e di accompagnarli. Il web è spazio di libertà e, per definizione, non merita censure. Ma non deve, in alcun modo, trasformarsi in un mondo parallelo e incontrollato in cui succede impunemente di tutto. Una comunità che si rispetti deve saper proteggere i propri giovani da simili insidie. Governo e Parlamento sono chiamati ad affrontare questo problema sociale”

Poi un altro tema sempre molto attuale, quello dei “genitori-bulli”:

“Non possiamo ignorare che qualcosa si è inceppato, che qualche tessuto è stato lacerato nella società. Alcuni gravi episodi di violenza – genitori che hanno aggredito gli insegnanti dei propri figli – rappresentano un segnale d’allarme che non va sottovalutato. Il genitore-bullo non è meno distruttivo dello studente-bullo, il cui rifiuto cresce sempre di più nell’animo degli studenti, a scuola e nel web”

L’inaugurazione dell’anno scolastico è stata trasmessa in diretta tv su Raiuno, con la conduzione di Claudia Gerini e Flavio Insinna, che Mattarella ha ringraziato all’inizio del suo discorso così come gli altri artisti presenti, ossia Paola Cortellesi a Fabrizio Moro e Lorenzo Baglioni.

Nel suo discorso Mattarella ha voluto anche ricordare Fabrizio Frizzi, celebre conduttore Rai scomparso prematuramente quest’anno, molto amato anche dai più giovani.

Foto © Quirinale




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin