Manovra, Lega inizia a parlare di sostituire il Ministro Tria


“Non c’è in programma nessuna richiesta di dimissioni”

Giovanni Tria

La manovra economica sta continuando a creare tensioni nell’esecutivo di Giuseppe Conte e le posizioni dei due partiti al governo continuano ad essere contrastanti.

Oggi è la Lega a creare nuove tensioni. Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera, è intervenuto ad Agorà su RaiTre e ha anticipato la possibilità di sostituire il Ministro dell’Economia Giovanni Tria se non riuscirà a rispettare le condizioni imposte da Lega e M5S:

Se Tria non è più nel progetto, troveremo un altro Ministro dell’Economia.

Sappiamo da giorni che tutti stanno facendo pressioni su Tria, ognuno con l’obiettivo di realizzare le promesse fatte al proprio elettorale, ma fino a questo momento l’ipotesi di trovare un nuovo ministro, per quanto puramente provocativa, non era mai emersa.

E se Matteo Salvini non è ancora intervenuto sulla questione, a smentire Molinari ci ha subito pensato il vicepremier Luigi Di Maio, che pure nei giorni scorsi era in aperto scontro con Tria.

Non c’è in programma nessuna richiesta di dimissioni. Sarà una manovra del popolo coraggiosa.

Il Ministro del Lavoro ha precisato che non ci saranno rinvii sul DEF e che, per quanto lo riguarda, il Consiglio dei Ministri è in programma per oggi. Al momento non ci sono annunci ufficiali e sappiamo bene che non dipende tutto da Di Maio. L’altro vicepremier, per ora, tace.

Foto | Palazzo Chigi




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin