Manovra, arriva la bocciatura dell’UE


“Chiediamo alle autorità italiane di assicurare che la manovra sia in linea con le regole fiscali comuni”

Valdis Dombrovskis

Il Documento di economia e finanza appena approvato dal governo di Giuseppe Conte, come prevedibile, ha ricevuto oggi la bocciatura da parte dell’Unione Europea, che si è detta preoccupata da quella che è stata definitiva una “deviazione significativa” dal percorso di aggiustamento che era stato raccomandato all’Italia.

La bocciatura da parte della Commissione Europea è arrivata con una documento di due pagine firmato dal vicepresidente Valdis Dombrovskis e dal commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, che hanno risposto alle lettera con cui ieri il Ministro dell’Economia Giovanni Tria aveva presentato i punti principali del Def.

Il Def a prima vista sembra costituire una deviazione significativa dal percorso di bilancio indicato dal Consiglio Ue il che è motivo di seria preoccupazione.

E, ancora:

Chiediamo alle autorità italiane di assicurare che la manovra sia in linea con le regole fiscali comuni.

La Commissione Europea, in definitiva, ha dato all’esecutivo gialloverde, che pure ha trascorso le ultime settimane a lavorare al documento per cercare di mantenere tutte le promesse fatte agli italiani, indicazione di cambiare i termini della manovra entro il prossimo 15 ottobre, giorno in cui la legge di bilancio dovrà essere presentata a Bruxelles.

L’UE, infatti, aveva concesso all’Italia un deficit pari all’1,6% del Pil, mentre come sappiamo l’esecutivo di Conte aveva previsto un 2,4% per il 2019, con l’intenzione di correggere il tiro per i due anni successivi.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin