Manovra 2019 governo Conte | Aumento Iva nel 2020-2021?


L’Italia potrà crescere “più rapidamente del resto d’Europa” secondo Tria

manovra 2019 governo Conte

Dal Def, dalla nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza, si evince che la manovra 2019 del governo Conte costerà circa 21,5 miliardi, compresi i soldi per il reddito di cittadinanza e il superamento della legge Fornero.

Nove miliardi andranno per il reddito e le pensioni di cittadinanza, sette per la quota 100, un miliardo per i nuovi centri per l’impiego, due miliardi per la flat tax. Poi ci sarà un miliardo per le forze dell’ordine e un miliardo e mezzo per i cittadini truffati delle banche.

Una manovra 2019 che sarà di crescita, come ha sottolineato più volte il Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria. Una manovra coraggiosa sì ma che potrebbe nascondere un’insidia che rischia di vanificare gli sforzi fatti per rilanciare l’economia: il temuto aumento dell’Iva che finora dal governo hanno sempre smentito.

Di fronte a un impegno di spesa per quasi 22 miliardi nel 2019 l’esecutivo riuscirebbe, come riferisce l’Ansa, a mettere mano solo in parte alla sterilizzazione dell’aumento dell’Iva che se non salirà nel 2019 dovrebbe aumentare parzialmente nel 2020-2021, con conseguente depressione dei consumi già in seria crisi nonostante la crescita del reddito, in base agli ultimi dati Istat.

L’Italia potrà crescere “più rapidamente del resto d’Europa” secondo Tria, una prospettiva giudicata ambiziosa ma realistica. Il Pil è visto in salita all’1,5% per il 2019, all’1,6% nel 2020 e in calo di 0,2 punti percentuali nel 2021.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin