Manduria, pensionato picchiato a morte: 8 fermi


Per il momento la Procura non ha ancora contestato il reato di omicidio preterintenzionale

La polizia di Manduria questa mattina ha eseguito 8 provvedimenti di fermo nei confronti dei responsabili del pestaggio di Antonio Cosimo Stano, il pensionato 65enne deceduto il 23 aprile scorso all’ospedale Giannuzzi dopo quasi 20 giorni di agonia. Sei delle persone sottoposte alla misura cautelare sono minorenni, tutti appartenenti alla ‘comitiva degli orfanelli’ come i due ragazzi poco più che diciottenni.

Le persone fermate sono accusate a vario titolo di tortura, danneggiamento, violazione di domicilio e sequestro di persona. In tutto restano però 14 gli indagati per le incursioni nella casa di via San Gregorio Magno, dove la vittima venne ritrovata in condizioni disperate il 6 aprile.

Il 23 aprile l’uomo è morto a causa di un’emorragia gastrica, come stabilito dall’autopsia. Per il momento la Procura non ha ancora contestato a nessuno degli indagati il reato di omicidio preterintenzionale. Adesso spetterà alla consulente medico-legale della Procura, Liliana Innamorato, stabilire se la morte sia o meno connessa ai pestaggi ricevuti dalla banda di teppisti.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin