L’ultima versione saudita? «È stata una scazzottata»



Solo uno come Donald Trump poteva dare credito alla versione saudita della morte di Jamal Khashoggi. Ieri, non appena Riyadh ha ammesso la morte del giornalista dissidente, spiegandola come l’esito di una «colluttazione», di una «scazzottata», avvenuta il 2 ottobre nel consolato saudita a Istanbul, il presidente americano si è precipitato a definirla «credibile». I sauditi avrebbero potuto dare qualsiasi versione e il tycoon l’avrebbe accettata, perché vuole preservare ad ogni costo le decine di miliardi di dollari con i … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin