Luis Ospina, quando due amici hanno rivoluzionato il cinema in Colombia



Il cinema di Luis Ospina ruota attorno a tre capisaldi: la città, la memoria e la morte trattati con forme, generi e formati cinematografici diversi. Il primo filone contraddistingue tutta la prima parte della sua produzione, interamente dedicata alla città natale Cali, dall’esordio Oiga, vea! (1972), realizzato con l’amico di una vita Carlos Mayolo, in cui osserva le trasformazioni della città durante i VI Giochi Panamericani – con l’esclusione della popolazione dal grande evento. Sempre con Mayolo, Ospina firma Agarrando … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin