L’«onestà» non salva De Vito, arrestato per corruzione



Non c’era nessuno, ieri, a gridare «onestà onestà» in Campidoglio mentre un vero tsunami giudiziario sconquassava la maggioranza a cinque Stelle della Capitale. Quando la notizia dell’arresto per corruzione del pentastellato Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea capitolina, e di altre tre persone nell’ambito dell’inchiesta sulla costruzione del nuovo stadio della Roma, aveva già fatto il giro del mondo, le uniche voci giustizialiste – a parte i neofascisti di Casa Pound che hanno portato in piazza arance – si sono sollevate … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin