L’obesità, epidemia sociale, vera star al Festival di corti «Filmdipeso»


Lo Short Film Festival Filmdipeso, per il terzo anno, affronta attraverso il linguaggio cinematografico le grandi tematiche sociali e sanitarie legate all’obesit e ai disturbi del comportamento alimentare. Venerd 5 e sabato 6 aprile ancora una volta la citt di Latina il palcoscenico del progetto promosso dal Bariatric Center of Excellence della Sapienza Universit di Roma Polo Pontino e dal Comune di Latina in collaborazione con Amici Obesi onlus, AILO (Associazione Italiana Lotta all’Obesit) e Villa Miralago – Centro di riferimento disturbi alimentari, con il sostegno non condizionante di Johnson&Johnson Medical SpA e Novo Nordisk.

Epidemia non infettiva

Protagonista dello Short Film Festival Filmdipeso 2019 sar il cortometraggio che rappresenta il medium narrativo pi efficace nel trattare temi scientifici di interesse sociale e attuali come l’obesit e i disturbi alimentari, considerati l’epidemia non infettiva di pi vaste proporzioni del terzo millennio. L’obesit un fattore di rischio importante per tante patologie, ma purtroppo ancora non del tutto conosciuto – dichiara Damiano Coletta, Sindaco di Latina -. Bisogna creare la cultura della consapevolezza sapendo informare nella maniera giusta soprattutto le giovani generazioni. E il Festival “Filmdipeso” una maniera giusta che sta diventando tradizione.

Troppi ragazzi obesi

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanit la prevalenza dell’obesit a livello globale pi che raddoppiata dal 1980 a oggi: 1,4 miliardi di adulti (il 35% della popolazione mondiale) ha problemi di eccesso ponderale, di questi mezzo miliardo francamente obeso. I costi sono da capogiro: 760 miliardi di dollari entro il 2025. Il fenomeno in forte crescita e interessa sempre pi anche le fasce giovani della popolazione. Una ricerca della rivista scientifica Lancet ha rilevato che in 25 anni l’obesit tra i ragazzi aumentata del 125%. L’Italia sul podio con una delle prevalenze pi alte di sovrappeso rispetto al resto d’Europa, seppure con segnali di tiepida deflessione. Un terzo degli adulti (35,3%) sovrappeso, 1 su 10 obeso. Il 45,1% dei ragazzi ha problemi di chili di troppo. Il Lazio in terza posizione con il maggior numero di individui in eccesso ponderale o obesi, condizione cui si associa nella maggior parte dei casi un diabete di tipo 2.

Coinvolti gli studenti

Per l’edizione 2019 dello Short Film Festival “Filmdipeso” abbiamo coinvolto, oltre alle scuole secondarie, gli studenti del Corso di Medicina e Chirurgia, i futuri medici – dichiara Gianfranco Silecchia, direttore scientifico del Festival e direttore UOC di Chirurgia Generale & Bariatric Center of Excellence IFSO-EU, Centro di Eccellenza Sicob, Sapienza Universit di Roma Polo Pontino -. Si voluto declinare il concept del Festival come terza missione del mondo accademico, oltre a quella didattico-formativa e di ricerca. Ne nato un binomio di eccellenza tra Universit di Roma Sapienza Polo Pontino e Comune di Latina, due garanzie istituzionali e promotori del Festival. Il nostro primo impegno come medici quello di creare la consapevolezza nell’opinione pubblica che l’obesit una grave condizione che mette a serio rischio la salute e la vita. Non possiamo pi ignorare una malattia che colpisce 7 milioni di persone nel nostro Paese, senza contare i 20 milioni in sovrappeso.

La giuria e il premio

Ricco il cartellone degli incontri e il panel degli ospiti di prestigio. A cominciare dai 13 cortometraggi in gara, selezionati tra i moltissimi arrivati dall’Italia e dall’estero, che verranno proiettati nel corso delle due giornate all’interno del Multisala Oxer di Latina. Al vincitore la Giuria di esperti, presieduta da Gianfranco Pannone, regista e docente al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e Palermo, assegner nel corso di una cerimonia di gala, sabato 6 aprile, il Premio Citt di Latina e una menzione speciale per la tematica trattata. Quest’anno abbiamo fatto un grande lavoro di selezione e le opere in concorso sono tutte di pregio e di altissima qualit – afferma Stefano Cioffi, Regista, fotografio e direttore artistico del Festival -. Sono molto soddisfatto di questa edizione che ritengo eccezionale anche per l’internazionalit dell’offerta. Stiamo crescendo, quest’anno abbiamo dato all’iniziativa la struttura di vero e proprio Festival, non una mera sequenza di “corti” in gara ma una manifestazione multiculturale e internazionale sul cibo, l’alimentazione e la nutrizione declinata in espressioni squisitamente artistiche, pur restando fortemente ancorata al rigore della tematica scientifica che viene trattata.

Contest multiculturale sul cibo

Quest’anno sar presentata una ricca produzione di “corti” fuori concorso e un docufilm che racconta l’Italia e il suo rapporto con il cibo dagli anni ‘50 ad oggi. Inoltre questa edizione apre decisamente ai giovani. Nelle due giornate del Festival un ruolo di primo piano avranno i liceali di Latina e gli studenti del Corso di Medicina e Chirurgia Sapienza Universit di Roma Polo Pontino, che saranno direttamente coinvolti nel dibattito medico-scientifico; infine, chef di fama internazionale, come Ugo Patierno, autore del libro “Met” ed ex obeso, oltre a personaggi del mondo dello spettacolo tra i quali Martina Colombari, si confronteranno in un contest multiculturale sul cibo, l’alimentazione, il significato di nutrizione e ricette di buona cucina. Le due giornate dello Short Film Festival “Filmdipeso” sono aperte al pubblico, gratuitamente e fino ad esaurimento posti. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.filmdipeso.it.

6 aprile 2019 (modifica il 6 aprile 2019 | 13:51)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin