“lo sviluppo della Cina non è una minaccia per il mondo”


cina xi sviluppo minaccia mondo

 AFP



La Cina non cerca l’egemonia, e il suo sviluppo “non pone minacce ad altri”. Lo ha dichiarato il presidente cinese, Xi Jinping, durante un lungo discorso pronunciato alla Grande Sala del Popolo, a Pechino, per commemorare i quarantanni dall’inizio delle riforme e aperture inaugurate nel 1978 dall’ex leader cinese, Deng Xiaoping.

La Cina, ha dichiarato Xi, “si oppone alla pratica di mettere la volontà di uno davanti a quella degli altri”, e lavora assieme agli altri Paesi “per un sistema multilaterale del commercio”.

La Cina “non perseguirà mai il proprio sviluppo a scapito di altri”, ha assicurato Xi in un passaggio dedicato all’iniziativa di connessione infrastrutturale tra Asia, Europa e Africa, Belt and Road, da lui lanciata nel 2013, e “non rinuncerà mai ai suoi diritti e interessi legittimi”. “Non importa quanto la Cina si sviluppi, non cercheremo mai l’egemonia”, ha aggiunto.

Xi ha ribadito la fiducia nel futuro della Cina, che creerà “miracoli che impressioneranno il mondo”. “Mentre i tempi si fanno duri, dobbiamo continuare ad andare avanti”, ha spiegato il presidente cinese. Nel discorso, in cui ha rivendicato come “assolutamente corretta” la leadership del Partito comunista cinese, Xi, nel finale, ha aggiunto: “non dobbiamo essere auto-compiacenti, non dobbiamo procrastinare e non dobbiamo perdere il coraggio di lottare”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin