«L’isola degli dei» dove ognuno può diventare chi vuole



A diciassette miglia da Napoli e a sette da Sorrento, questo blocco di calcare grigio e azzurro, staccatosi dalla penisola sorrentina in epoca remota, con coste a strapiombo sul mare – al quale è intitolato il film di Mario Martone in concorso, Capri Revolution – ha avuto tra i suoi primi ammiratori gli imperatori Augusto e Tiberio, colpiti dalla bellezza, dalla pace e dalla solitudine. Alle sfrenate dissolutezze del secondo (con giovinetti selvatici) si fa risalire la fama licenziosa dell’isola … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin