Linea dura di Trump sui migranti al confine: "Spareremo a chi lancia sassi"


Il presidente Donald Trump continua ad alzare i toni sull'immigrazione in vista delle elezioni di metà mandato in calendario il prossimo 6 novembre. Dalla Casa Bianca ha annunciato una stretta sui richiedenti asilo, rilanciando l'allarme sulle carovane di clandestini "invasori". Ha dunque detto che le truppe inviate al confine potrebbero anche sparare contro gli immigrati che lanciano sassi perché sarà considerato alla stessa stregua di un attacco armato.

Quando gli è stato chiesto se i militari avrebbero sparato "nel mucchio", Trump ha risposto "spero di no ma sono soldati". L'ipotesi, secondo quanto riferiscono funzionari dell'amministrazione, è che i richiedenti asilo debbano presentare la loro domanda in determinate stazioni di ingresso. L'asilo sarà negato a tutti coloro che invece passano la frontiera illegalmente. Trump si è limitato a dire che presenterà un ordine esecutivo la prossima settimana. "Con questo questo piano, gli stranieri illegali non avranno più un biglietto gratis per entrare nel Paese con richieste senza requisiti per chiedere asilo", ha avvertito il presidente.


Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin